Mitsubishi rinforza la gamma Outlander

mitsubishioutlander-.jpg  

Dopo il motore 2.0 TDI a iniettore pompa di origine Volkswagen, Mitsubishi sta per ampliare l'offerta con un 2.2 turbodiesel e un 2.4 a benzina. Il primo portab in dote le conoscenze in fatto di motori a gasolio del Gruppo PSA che con il progetto Outlander condivide la Peugeot 4007 e la Citroën C-Crosser. Nella variante con una sola turbina il 2.2 turbodiesel è già apparso sulle due Suv franco-nipponiche, oltre che sulla Land Rover Freelander2. La turbina impiegata è di tipo a geometria variabile: la potenza massima è di 156 cv, il picco di coppia è pari a 380 Nm, con una velocità di punta di 200 km/h, un tempo di 9,9 secondi nello 0-100 e con una percorrenza media di 13,7 km/litro. La spinta è sempre robusta, sin dai regimi più bassi; la progressione è decisa già prima che il motore raggiunga quota 2mila giri/min.

 

mitsubishioutlander-2.jpg

Una manopola consente d'inserire la funzione 2WD, Lock (che divide la forza motrice fifty-fifty tra le ruote davanti e quelle dietro) o 4WD, con trazione integrale e ripartizione automatica della coppia tra i due assi, che consente di contare su una maggiore motricità in ogni situazione. Se non si fanno molti km all'anno il nuovo 2.4 a benzina è una buona alternativa. Il sistema di fasatura variabile Mivec lo rende particolarmente fluido e lineare nell'erogazione, con 170 CV e 232 Nm, 0-100 in 9,6 secondi e velocità massima di 190 km/h; consumo medio: 10,6 km/litro.

mitsubishioutlander-3.jpg 

Per entrambi, cambio standard, un manuale a cinque marce, o l'automatico CVT con funzione sequenziale e sei rapporti, proposto in opzione a circa 1.200 euro.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.