La nuovissima Panda Panda Climbing debutta al Metanauto di Bologna

natural%20power.jpg

Si chiude oggi 10 la decima edizione di "Metanauto", la più importante manifestazione congressuale ed espositiva nazionale sul metano per i trasporti pubblici e privati.

Ospitato presso lo storico Palazzo Re Enzo, all'evento ha partecipato Fiat Automobiles che è il primo costruttore a proporre nella sua linea ecologica "Natural Power ", un'ampia gamma di veicoli con doppia alimentazione (metano-benzina) capace di rispondere alle esigenze di mobilità di una vasta categoria di utenti, compreso il settore professionale: dal Doblò (anche Cargo) alla Punto (anche Van), dalla Multipla alla Panda (anche Van).

Fiat ha esposto a Bologna tutta la gamma di veicoli a metano. Innanzitutto saranno presenti una Multipla Natural Power, un Doblò Natural Power e una Punto Classic Natural Power, vetture caratterizzate da bassi consumi e minime emissioni. Tra l'altro, tutte le automobili a minimo impatto ambientale di Fiat Automobiles hanno le stesse caratteristiche di sicurezza passiva e attiva delle altre versioni equipaggiate con propulsori convenzionali: il posizionamento e gli attacchi delle bombole sono stati progettati per superare le più severe prove di urto.

Ma vera protagonista dell'area espositiva di "Metanauto" è stata la nuova versione Climbing della Panda, Panda che dal 20 ottobre sarà commercializzata in Italia a un prezzo di listino di assoluto interesse: 15.500 euro. Proposta con importanti contenuti di serie e con la possibilità di beneficiare degli incentivi statali, l'originale vettura contribuisce all'immagine positiva che i veicoli a metano stanno avendo anche sui potenziali clienti sensibili sia alle tematiche ecologiche sia a un look automobilistico distintivo.

Presentata in anteprima mondiale al recente Salone di Francoforte , la Panda Panda Climbing completa - insieme alle versioni Panda Panda e Panda Panda Van - la gamma di un modello a minimo impatto ambientale che, in Italia, ha raccolto oltre 32.000 ordini nei primi nove mesi del 2007, divenendo uno dei punti di riferimento nelle vetture per la mobilità urbana sostenibile. Senza contare che il modello Panda Panda è la risposta ideale anche per piccole flotte aziendali che, come tutti i veicoli a metano, possono circolare senza alcuna limitazione.

Equipaggiata con il motore 1.2 con doppia alimentazione benzina/metano, la Panda Panda Climbing (con trazione 4x2) eredita tutte le peculiarità estetiche di Panda 4x4 Climbing - dai paraurti specifici alle fasce paracolpi di grandi dimensioni e coordinati ai particolari codolini dei parafanghi - oltre ad una ricchissima dotazione di serie: dall'ABS con EBD (Electronic Brake Distribution) al servosterzo elettrico DualdriveTM, dall'autoradio Blaupunkt con lettore CD e MP3 al climatizzatore con filtro antipolline. Inoltre, il cliente può scegliere tra nove tinte di carrozzeria, tre interni con tessuti specifici e numerosi optional e articoli della Lineaccessori.

Ricca di contenuti e dalla spiccata personalità, dunque, la nuova Panda Panda Climbing conferma tutte le soluzioni innovative di Panda Panda. Infatti, nel pianale, derivato dalla versione 4x4, sono stati integrati due serbatoi separati di metano, con una capacità totale di 72 litri (12 kg), offrendo così la medesima abitabilità della vettura originale, sia per quanto riguarda lo spazio dedicato ai passeggeri sia per quello destinato ai bagagli (con il sedile posteriore intero o sdoppiato, la capacità del bagagliaio passa da un 190 a 840 dm3, misurato fino al tetto). Inoltre, la capacità di 72 litri consente un'autonomia di 270 km nel ciclo combinato impiegando la sola alimentazione a metano. La capacità del serbatoio a benzina rimane invariata rispetto alla versione a benzina (30 litri), offrendo così un "pieno di tranquillità" anche nelle zone dove non è capillare la diffusione dei distributori a metano (oltre 700 km a metano e benzina nel ciclo combinato).

Con la Panda Panda Climbing Fiat Automobiles conferma la sua leadership nel metano e la sua continua ricerca al fine di trovare soluzioni che coniughino le esigenze dei clienti (abitabilità invariata, elevata autonomia, massima sicurezza e l'estetica accattivante dei City SUV) e nel massimo rispetto dell'ambiente. Infatti, i veicoli alimentati a metano riducono di circa il 23% le emissioni di CO2 rispetto alle equivalenti vetture alimentate a benzina e riducono praticamente a 0 le emissioni di particolato (PM).

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.