La nuova MINI John Cooper Works CHALLENGE: vero talento sportivo!

mini%20challenge1.jpg

Sulla strada, la nuova MINI ha già dato prova del proprio talento sportivo. Fra poco sarà pronta per partire anche la versione da corsa basata sulla nuova generazione della piccola vettura compatta premium - la nuova MINI John Cooper Works CHALLENGE.

Parallelamente all'edizione 2007 del MINI CHALLENGE, viene sviluppata già la macchina da corsa per la versione successiva di questa serie di Clubsport veramente unica.

Sulla base della nuova MINI Cooper S sta per nascere una vettura sportiva che regalerà ai partecipanti del MINI CHALLENGE 2008 un'esperienza di guida ancora più intensa. Già prima di partire la nuova MINI John Cooper Works CHALLENGE si distingue per una serie di valori  da primato: a livello di coppia massima, di rapporto peso/potenza, di accelerazione e di velocità di punta. Inoltre, i guidatori potranno contare su dei valori di accelerazione trasversale, di trazione e di decelerazione finora mai raggiunti.

Ma la nuova automobile da corsa non definirà dei benchmark nuovi solo nel campo dell'agilità bensì anche della sicurezza. La nuova MINI John Cooper Works CHALLENGE viene presentata per la prima volta in occasione del Salone internazionale dell'automobile 2007 a Francoforte

La nuova MINI John Cooper Works CHALLENGE sarà consegnata ai clienti che desiderano partecipare ad altri eventi sportivi al di là del MINI CHALLENGE completa di tutti i dettagli di allestimento necessari per garantire la performance e la sicurezza. Grazie alle caratteristiche di guida eccellenti e alla maneggevolezza perfetta, la nuova MINI offre le premesse ideali per vincere anche nella competizione sportiva con gli atri marchi.

mini%20challenge2.jpg

Come si legge nel comunicato stampa: 

La base di sviluppo del pacchetto di potenza montato sotto il cofano della MINI John Cooper Works CHALLENGE è il motore a quattro cilindri che mette in mostra il proprio spirito sportivo già nella versione di serie della MINI Cooper S. Il rappresentante più potente della nuova generazione MINI è simbolo del vero divertimento di guida: la potenza del motore sviluppato completamente ex novo e il leggendario go-kart feeling conferiscono alla MINI una posizione unica nel segmento delle piccole automobili compatte. Il quattro cilindri da 1,6 litri è equipaggiato di un turbocompressore Twin-Scroll e di iniezione diretta di benzina ed eroga 128 kW/175 CV a 5 500 giri/min.

La potenza specifica è 80,1 kW/109,5 CV per litro di cilindrata - un valore che posiziona la nuova MINI Cooper S nelle vicinanze immediate delle automobili sportive di alta classe. La coppia massima di 240 newtonmetri è disponibile costantemente tra i 1 600 e i 5 000 giri/min. Grazie alla funzione di Overboost, nella potente fase di accelerazione la coppia viene elevata per un breve periodo di tempo fino a 260 newtonmetri. Uno spiegamento di potenza spontaneo, un'elasticità estrema e un'elevata briosità sono le caratteristiche principali del propulsore dell'automobile sportiva compatta di serie.

La nuova MINI Cooper S è la prima vettura del segmento di appartenenza con un motore turbo del tipo Twin-Scroll. Questo principio costruttivo consente
di realizzare uno spiegamento di potenza particolarmente spontaneo. Nel collettore di scarico e nel turbocompressore sono riuniti i canali di rispettiva-mente due cilindri.

mini%20challenge3.jpg

La configurazione riduce la contropressione dei gas di scarico così che a bassi regimi è possibile sfruttare meglio la dinamica delle colonne di gas. Questo effetto migliora la rapidità di risposta del turbo-compressore. La pressione di sovralimentazione viene limitata a 0,8 bar da una valvola del tipo wastegate. Dato che l'incremento della potenza si manifesta già a partire da 1 400 giri/min. non si percepisce il turbo-lag che caratterizza i tradizionali motori sovralimentati.

L'iniezione diretta di benzina secondo il principio Common-Rail assicura un approvvigionamento di carburante sempre adatto al fabbisogno di potenza istantaneo e anche altamente efficiente. Una pompa ad alta pressione
riempie il condotto comune di tutti i cilindri, realizzato in acciaio inox, con del carburante che viene poi dosato con precisione dalle valvole d'iniezione posizionate ai lati della testata cilindri e iniettato nelle camere di combustione. Quattro incavi delle valvole e una conca in posizione centrale nella camera
di combustione di ogni pistone assicurano una stratificazione ottimale della carica di miscela omogenea aria/benzina.

Anche il peso ottimizzato del propulsore costruito interamente in lega leggera promuove le caratteristiche sportive della vettura - sia sulla strada che sul circuito. L'alleggerimento sull'asse anteriore consente una ripartizione perfettamente equilibrata delle masse tra gli assi, offrendo così le premesse ottimali per affrontare con la massima agilità tornanti stretti e chicane.

La nuova MINI John Cooper Works CHALLENGE accelera da 0 a 100 km/h
in solo 6,1 secondi. Grazie a un impianto frenante da competizione sono necessari solo 3,1 secondi (31 m) per decelerare la vettura da 100 km/h a 0 km/h. La velocità massima della nuova macchina da corsa è di 240 km/h.

Inoltre, la nuova MINI John Cooper Works CHALLENGE offre dei valori di accelerazione trasversale veramente affascinanti. L'elevata velocità realizzabile in curva viene completata dalla capacità di accelerare con potenza nel rettilineo successivo. Al fine di evitare uno slittamento delle ruote motrici all'uscita da una curva, nella vettura MINI CHALLENGE è stato utilizzato per la prima volta un differenziale autobloccante il quale trasmette in brevissimo tempo la parte principale della forza motrice alla ruota con la maggiore trazione. Il differenziale autobloccante, disponibile anche per il modello di serie, facilita il compito del guidatore di restare sulla linea ideale anche nell'uscita da una curva ad alta velocità.

mini%20challenge4.jpg

L'autotelaio della nuova macchina da corsa è equipaggiato inoltre di ammortizzatori regolabili (KW Automotive), concepiti apposta per scopi agonistici, i quali consentono di adattare la pressione degli ammortizzatori (fase di trazione e di compressione) e le loro reazioni alle particolarità dei vari circuiti. La trasmissione di potenza alle ruote anteriori avviene attraverso un cambio manuale di serie a sei rapporti. La nuova automobile da competizione monta dei cerchi in lega speciali da 17 pollici (Borbet) con un design esclusivo MINI CHALLENGE e dei pneumatici di nuovo sviluppo (Dunlop).

La nuova MINI John Cooper Works CHALLENGE deve il proprio handling straordinario a una rivisitazione profonda della carrozzeria. La configurazione ottimizzata si basa sul pacchetto di aerodinamica John Cooper Works e comprende uno spoiler anteriore da corsa, un diffusore posteriore e un alettone posteriore regolabile. Questa composizione assicura che nella macchina da corsa venga eliminata la portanza e, inoltre, che con il progres-sivo aumentare della velocità venga generata anche della deportanza. Gli interventi di aerodinamica sono stati concepiti in modo tale da compensare alla perfezione la deportanza tra asse anteriore e posteriore.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.