La Golf BlueMotion debutterà al Salone di Francoforte

Medium_1.JPG

Il prossimo Salone dell'Automobile di Francoforte farà da palcoscenico per la grande espansione della famiglia BlueMotion: ben sei modelli caratterizzati da questo sigillo Volkswagen che significa consumi di carburante più bassi ed emissioni inquinanti più contenute, faranno infatti il loro debutto.

La capofila di questa serie di nuove proposte sarà la Golf BlueMotion, che affiancherà quindi le BlueMotion già presenti sul mercato: Polo, Passat e Passat Variant. Con motore TDI 105 CV dotato di filtro antiparticolato e una coppia pari a 250 Nm, la Golf BlueMotion, grazie agli accorgimenti cui è stata sottoposta, offre un consumo contenuto in 4,5 litri per 100 km, ovvero 0,6 litri/100 km in meno rispetto alla versione standard, con 119 g/km di CO2 rispetto ai precedenti 135 g/km.

Questi risultati sono stati ottenuti per merito dei nuovi parametri di gestione elettronica del motore, che determinano un regime del minimo più basso e una maggiore efficacia nel contenimento delle emissioni nocive. In combinazione con i rapporti allungati della terza, quarta e quinta, e con il display multifunzione con indicatore di cambio marcia, queste modifiche permettono già una significativa riduzione del consumo.

Non meno importanti e funzionali allo scopo sono gli interventi a livello di aerodinamica. Modifiche sotto il pianale per ottimizzare i flussi d'aria e una calandra più "chiusa", oltre all'assetto abbassato, hanno permesso di migliorare il già valido coefficiente di penetrazione aerodinamica che è così sceso da 0,32 a 0,30.

Medium_4.JPG

Come si legge nel comunicato stampa:  

Nella Golf BlueMotion anche gli pneumatici contribuiscono a ridurre consumi ed emissioni di CO2: vengono infatti utilizzate gomme 195/65 R15 caratterizzate dalla bassa resistenza al rotolamento e dalla pressione di esercizio aumentata di 0,3 bar, il tutto per favorire la scorrevolezza. La Golf BlueMotion ha una velocità massima pari a 190 km/h limitata elettronicamente, rispetto ai 187 della versione standard.

Inoltre, per le versioni Trendline e Comfortline, sarà proposto il pacchetto opzionale BlueMotion che include parte degli accorgimenti fin qui descritti (modifiche aerodinamiche, assetto abbassato e display multifunzione con indicatore di cambio marcia). Si tratta di una soluzione orientata a coloro che desiderano compiere un primo, consistente passo verso l'abbattimento dei consumi e delle emissioni a fronte di un esborso più contenuto: il pacchetto in Italia costerà, infatti, circa 300 Euro

Ora, dopo il lancio su un numero ristretto di mercati, la Polo BlueMotion si può acquistare anche in Italia. Così anche i Clienti italiani possono mettersi al volante di una vettura che, nella configurazione per il nostro mercato, ha un consumo nel ciclo combinato di 4 litri per 100 km, con emissioni di CO2 limitate a 104 g/km, un valore da primato non solo per la sua categoria.

Non a caso la Polo BlueMotion è stata premiata nei giorni scorsi dalla più importante e autorevole organizzazione tedesca che si occupa di mobilità sostenibile e problemi di inquinamento connessi al mondo dell'auto, la VCD (Verkehrsclub Deutschland): la compatta di Wolfsburg è stata nominata la più ecocompatibile tra le vetture Diesel.

Medium_DB2006AU00323_large.jpg

Per ottenere questi risultati con una vettura che può ospitare comodamente cinque persone, i tecnici di Wolfsburg hanno creato un insieme di soluzioni specifiche, per sfruttare nel modo migliore e più rispettoso dell'ambiente le doti del motore TDI 1.4 Turbodiesel con ben 80 CV, completo di filtro antiparticolato.

Per abbattere i consumi, accanto a una gestione elettronica del tre cilindri appositamente rivista, sono stati allungati i rapporti della terza, quarta e quinta marcia, in modo tale che il motore lavori più spesso a bassi regimi. L'aerodinamica più curata - calandra più "chiusa", spoiler anteriore, posteriore e sul bordo del tetto - è un altro elemento importante che permette alla Polo BlueMotion di vincere la resistenza dell'aria utilizzando meno energia.

La Polo più ecologica non è però una vettura-laboratorio che impone rinunce a livello di prestazioni o allestimento. Infatti, offre ottime doti stradali e dinamiche in linea con il modello da cui deriva, come confermano la velocità massima di 176 km/h e la brillante accelerazione da 0 a 100 km/h che richiede 12,8 secondi. Inoltre la BlueMotion ha una completa dotazione di serie che comprende climatizzatore semiautomatico Climatic, alzacristalli elettrici anteriori, computer di bordo, servosterzo, ABS, cerchi in lega 5Jx14 con pneumatici 165/70 R14 e i già citati elementi aerodinamici che la rendono più grintosa.

La Polo BlueMotion, disponibile anche a 5 porte, ha un prezzo di 16.250 €.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.