Mini Life Ball 2007, all'asta in beneficenza

minicooperlifeball1.jpg
Ecco a voi la "Celebration of Life", l’esclusiva Mini Cooper disegnata dal celebre fotografo di moda mostrata per la prima volta a Vienna il 26 maggio 2007 in occasione del Life Ball. La vettura sarà messa all'asta dal 31 maggio al 10 giugno 2007 su www.ebay.at. Il ricavato andrà a vantaggio della raccolta fondi promossa con il Life Ball.

minilifeballvienna.jpg

"È la prima volta che creo un’automobile – ha detto Mario Testino, il celebre fotografo di moda che ha disegnato questa bizzarra Mini - e per me è stata una grande sfida. La difficoltà maggiore è stata applicare una foto a un oggetto pieno di forme e curve e darle una connotazione tridimensionale".

Come potete vedere nelle fotografie il cofano motore e il tetto sono decorati da esplosioni di fuochi d’artificio, fa da sfondo un cielo nero arricchito da effetti oro e scintille. Le parti cromate, come la griglia del radiatore, le maniglie delle porte e i cerchioni  sono state sottoposte a un impegnativo processo che ha conferito loro un aspetto nero brillante. Altri dettagli inconfondibili sono gli speciali badge "Mario Testino" all'esterno del veicolo e i peculiari battitacco sui lati del conducente e del passeggero anteriore.

"Per me – ha spiegato in proposito Testino – i fuochi d’artificio esprimono gioia di vivere. Con questo tema volevo comunicare una notizia positiva, l’essenza di tutto il lavoro contro l’Aids: la vita è preziosa e vale la pena lottare per essa".

"Ammiro molto chi dedica gran parte della propria vita agli altri per fini benefici – ha aggiunto il fotografo – Sono molto contento che il Life Ball riscuota così tanto successo e sono entusiasta di potervi contribuire in qualche modo. Il sostegno alla lotta contro l’Aids è uno dei fini caritatevoli più importanti, che ho deciso di appoggiare dopo che un mio caro amico ne è morto, qualche anno fa".

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.