Disastro Bugatti Veyron. Peccato: per ora niente sorella

Da Youtube, la più sconcertante delle supercar parcheggiata davanti all'Hotel Ritz di Madrid. Splendida, come solo lei sa essere. Pare incredibile, ad ogni modo, che la sua gestazione sia stata tanto complessa (prima i problemi aerodinamici, poi quelli di riscaldamento dell'immenso motore da 1000 cavalli) e costosa (pare infatti che per il Gruppo VW, il "gioco" Bugatti sia stato un cosiddetto "bagno di sangue"). Ciò non toglie nulla alla sua spettacolare magnificenza.

Peccato solo che, al contrario di quanto ventilato solo pochi mesi fa, la Veyron non avrà mai (almeno per il momento) una sorella a quattro porte. Soprattutto adesso che l'uomo della provvidenza Thomas Bscher (colui che riuscì amettere in produzione il progetto ambizioso e complicato della Veyron) ha rassegnato le dimissioni. Ricordo perfettamente che al tempo della sua presentazione alla stampa, venne descritto dai vertici VW come un "duro", uno che le cose "le risolveva". E in effetti qualcosa ha fatto. E probabilmente ha preferito mollare il colpo prima di ritrovarsi sotto la valanga di un nuovo progetto...

Certo è che una storia come questa, tra qualche anno, varrà un libro... e anche di quelli belli!

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.