Stavolta gliele suoniamo? Sì, col tifo da stadio alla Fiat

C'è un tifo da stadio in questi giorni, e non gioca l'Italia. Stavolta gioca la Fiat. I nuovi vertici stanno dando spettacolo: lanciano a raffica un modello (bello) dietro l'altro, l'utile positivo e la gente torna a crederci. L'avreste creduto se ve lo avessero detto tre anni fa? Io no.

fiatttr.jpg

Ma i segnali positivi non sono solo i numeri, ma tutto ciò che ci sta intorno. Qualche esempio:
1) Le Fiat possono essere definite all'avanguardia: magari non avranno i motori più performanti del mondo, ma in quelli piccoli sono senza dubbio all'avanguardia. E con i nuovi turbo in arrivo (l'1.4, su Bravo e Punto Abarth, e 1.8 turbo - non ancora piazzato -) la gamma si amplierà comunque.
Poi c'è l'aspetto tecnologico: col sistema Blue&Me (fatto d'accordo con Microsoft) sono stati i primi a installare su un'auto occidentale qualcosa di tanto evoluto).
2) Le concessionarie sono strapiene. Avete provato a fare un giro in un autosalone Fiat? Sembra di essere (se la posizione è favorevole) in un centro commerciale: la gamma (ora) c'è e la gente è soddisfatta. Pure da una pubblicità adeguata (ma questa non è una novità, è anni che Fiat ne fa di buona qualità).
3) I carrozzieri che storicamente propongono soluzioni alternative alla gamma tradizionale, finalmente, sfornano prototipi concreti, poco sognatori, e realmente fattibili. L'ultima Bertone, post qui sotto, ne è l'esempio. In realtà, dopo l'abbuffata di mediocrità degli ultimi tempi, un po' tutto il Gruppo sta facendo benissimo: dalla Maserati (che ha finalmente partorito la sua nuova Coupé) all'Alfa Romeo che, orfana della trazione posteriore da 20 anni, ha trovato la quadratura del cerchio con l'interessante soluzione Q2 (differenziale autobloccante sull'anteriore, sotto), per ora su 147 e GT.

56-187-small.jpg

Stavolta i "crucchi" saranno davvero obbligati a rivedere le loro posizioni sul Gruppo italiano...


Create polls and vote for free. dPolls.com
  • shares
  • Mail