Con Bravo, l'USB è garantita

titel.gif

Roma capitale. Da oggi anche del lancio della nuova Bravo: all'evento c'erano tutti, dai giornalisti ai titolari di concessionarie... In effetti, per Fiat, la Bravo rappresenta qualcosa di più di una "semplice sostituta" della Stilo. Si tratta piuttosto di una vera e propria rinascita da parte di Fiat nel campo delle medie: la Stilo, non solo non si farà mai rimpiangere, ma è stata una delle più dolorose sconfitte commerciali del Gruppo torinese degli ultimi anni. Almeno se si tiene conto delle aspettative che gravavano nel 2001, al momento del suo lancio.

La nuova Bravo sarà disponibile con tre motorizzazioni: Fire 1.4 16v da 90 CV (versioni Bravo, Active, Dynamic), e poi due diesel 1.9 Multijet, da 120 (Active, Dynamic, Emotion) e 150 CV (Dynamic, Emotion, Sport). Cinque gli allestimenti, dove Emotion e Sport hanno in comune il prezzo ma non l'orientamento: il primo è più lussuoso, il secondo sportivo.

Curato l'aspetto tecnologico della Bravo: ho avuto modo di osservarne una e mi sono subito reso conto che questa è un'auto dai contenuti "stilosi" (e scusate il gioco di parole). Oltre ad avere plancia e fianchetti-porte rivestiti in materiali morbidi al tatto e una seduta comoda e ben proporzionata, ha pure un sistama "multimediale" sviluppato assieme alla Microsoft. Tale congegno permette di riprodurre file Mp3 stipati in una chiavetta USB o di agganciare un telefono bluetooth per fare da vivavoce. Il noto Blue&Me già visto su altri modelli del gruppo, in pratica.

bravo.jpg

 

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.