F1 Australia 2013: attesa finita, al via il Mondiale

Stanotte scattano le prove libere della prima gara della stagione. La Red Bull parte con i favori del pronostico, subito dietro ci sono Ferrari e McLaren. Le incognite sono Lotus e Mercedes.

alonsof138barcellonagetty.jpg


Finalmente ci siamo. Questa notte, con la disputa delle prime prove libere, prenderà il via il Mondiale 2013 di Formula 1. Il semaforo verde sarà acceso sulla pista di Melbourne, dove avremo le prime risposte importanti sulla reale forza dei valori in campo. I test invernali, infatti, hanno visto quasi tutte le scuderie nascondersi, in particolare la Red Bull, campione in carica e grande favorita anche per questa stagione.

Il team anglo-austriaco riparte dal titolo dell'anno scorso e da una seconda parte di stagione da assoluto dominatore, quando aveva effettuato la rimonta ed il sorpasso nei confronti di Alonso. Sebastian Vettel punta apertamente al poker consecutivo, anche se le avversarie appaiono un po' più vicine. Prima fra tutte, c'è la Ferrari: dopo la beffa in Brasile, il pilota spagnolo parte per vincere il mondiale, senza alcun dubbio.


La F138 ha dato buone risposte a Barcellona, ma solamente in Australia si capirà quanto è davvero riuscita ad avvicinarsi alle rivali. La classe dell'asturiano vale almeno uno o due decimi, se il distacco sarà ridotto, allora Maranello avrà tutte le carte in regola per tornare sul tetto del mondo. C'è anche un Felipe Massa diverso e molto carico, rispetto ad un anno fa: sin dalla prima gara potrà dare una mano importante alla 'rossa'.


Sullo stesso livello della Ferrari possiamo mettere la McLaren, anche se c'è l'incognita dell'addio di Lewis Hamilton. La scuderia di Woking ha avuto troppi problemi di affidabilità un anno fa: visto che la velocità non è mai mancata, sarà quello il punto focale per poter competere per il titolo. E le altre? La Mercedes ha impressionato nell'inverno, ora è attesa ad una conferma. La Lotus può dare fastidio, con un Kimi Raikkonen apparso in grande forma. 


(foto Getty Images)


   

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.