Suzuki S-Cross, due motori dal minimo impatto ambientale

Il nuovo crossover della casa giapponese sarà spinto da due propulsori 1.6, un benzina ed un turbodiesel, con i valori di CO2 più bassi del segmento. Verrà presentato al Salone di Ginevra.

suzukiscross.jpg


Il Salone di Ginevra 2013 ormai è alle porte. La prossima settimana (7-17 marzo, con le due giornate precedenti dedicate la stampa) aprirà i battenti l'atteso appuntamento elvetico e tra le novità esposte ci sarà anche il Suzuki S-Cross. E' il nuovo crossover del segmento C, derivante dall'omonimo concept, dedicato sia al congestionato traffico cittadino sia sulle strade con terreno più impervio.

La casa giapponese ha annunciato i motori di questa vettura e, come ormai accade per la maggior parte dei nuovi modelli, hanno entrambi con basso impatto ambientale. Sono due propulsori da 1.6 cm3, un benzina ed un turbodiesel, con livelli di emissioni di CO2 tra i più bassi del suo segmento e dai costi di esercizio contenuti, pur mantenendo elevate performance.


Sviluppato su una piattaforma nuova, il nuovo S-Cross adotterà, inoltre, nuove soluzioni 4x4, evolute rispetto a quelle presenti attualmente su SX4 e Kizashi. L'obiettivo è garantire prestazioni superiori, unite ad un eccellente livello di comfort dell'abitacolo, in grado di accogliere comodamente 5 persone e con un bagagliaio ai vertici della categoria. L'inizio della produzione è prevista entro la fine del 2013.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.