Incidenti auto 2012: scende il numero delle vittime e dei feriti

La Polizia Stradale ha comunicato il consueto bilancio di fine anno, con numero positivi sul comportamento degli italiani sulle strade. Una parte del merito va al maggior utilizzo del Tutor.

poliziastradale.jpg


Come di consuetudine, la fine dell'anno è l'occasione di fare un bilancio ed è arrivato anche quello della Polizia stradale, su come gli italiani si sono comportati sulle nostre strade nel 2012. I numeri sono positivi, perché c'è stata una diminuzione sia degli incidenti che delle vittime. In particolare, ci sono stati ben 13.090 incidenti in meno rispetto al 2011 (-5,5%), così come sono scesi di 117 i morti e, addirittura, di 10.748 i feriti. 

Dati sicuramente molto importanti, grazie anche ai maggiori controlli effettuati dalle forze dell'ordine. In particolare, una parte del merito di questo miglioramento è data dal Tutor, che ora copre ben 2.900 chilometri di autostrada. Il dispositivo di rilevazione della velocità media in autostrada, inviso a buona parte degli automobilisti, ha consentito un abbattimento del 51% della mortalità e del 27% il numero dei feriti sui tratti controllati. 


La novità principale dell'anno che sta per terminare è stato Vergilius, il Tutor per le strade statali. Sono state effettuate 33.982 violazioni in 5.703 ore di funzionamento, per una media di circa 6 violazioni all'ora. Per concludere, nel 2012 (fino 20 dicembre, data limite per questo bilancio annuale) sono stati decurtati, in totale, 2.984.144 punti dalle patenti degli italiani. 

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.