Sciopero benzinai: verso lo stop dei bancomat nel periodo natalizio

I benzinai sono ancora in subbuglio e, dopo lo sciopero della scorsa settimana, potrebbero protestare nuovamente. L'idea è di bloccare il pagamento con carte elettroniche dal 24 al 30 dicembre.

cartacreditogetty.jpg


Lo sciopero dei giorni scorsi non rimarrà probabilmente isolato. Le associazioni di categoria dei benzinai sono ancora in subbuglio e potrebbero arrivare nuovi disagi, nel corso del periodo natalizio, come già preannunciato. In particolare, una delle proteste possibili è il blocco del pagamento con carte (bancomat e carte di credito) nei distributori per il periodo dal 24 al 30 dicembre 2012

Se lo stop sarà confermato, per l'intera prossima settimana le colonnine self service dei distributori non accetteranno le carte, ma sarà obbligatorio avere dei contanti per effettuare il rifornimento. La motivazione è sempre la stessa: "L'arroganza delle Compagnie che si rifiutano di rinnovare gli accordi scaduti e scaricano sui gestori i costi di gestione e quelli di promozione e l'insostenibile onerosità dei costi della moneta elettronica, pretesi dal sistema bancario".


Dunque, disagi in vista, anche se c'è ancora lo spazio per qualche incontro con il Governo e fare in modo che la protesta possa rientrare. Nel frattempo, i vertici di Faib, Figeca e Figisc esultano per la grande adesione allo sciopero della passata settimana: "Ha aderito allo sciopero il 92% dei gestori italiani. Si tratta di una risposta eccezionale - si legge in una nota - soprattutto se si considerano le inaudite forme di minaccia e ricatto messe in atto diffusamente dalle Compagnie petrolifere". 


(foto Getty Images)

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.