Sciopero benzinai 12-14 dicembre: agitazione confermata, stop ai distributori

E' fallito il tentativo di mediazione tra il Governo e le sigle di categoria, che minacciano "una nuova protesta a ridosso delle festività natalizie". Stop dalle 19 dell'11 dicembre alle 7 del 14.



Niente da fare. L'incontro di mediazione tra il Governo ed i vertici di categoria è fallito e lo sciopero dei benzinai, indetto da Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, è confermato per il periodo tra il 12 ed il 14 dicembre prossimi. Saranno giorni difficili per gli automobilisti, che dovranno munirsi di carburante nei giorni precedenti, visto che lo stop riguarderà i distributori sia delle rete ordinaria, che quella autostradale.

"Il sottosegretario De Vincenti ha mostrato, al solito, la più alta attenzione alle questioni poste, mostrando piena comprensione per la posizione che i rappresentanti dei gestori hanno confermato nella sua asprezza - si legge nel comunicato congiunto delle sigle - nessuna possibilità di mediazione è possibile senza che le compagnie petrolifere interrompano comportamenti lesivi delle norme, dei diritti e dei margini economici dei gestori".


E' già fissato un nuovo incontro per il prossimo 10 dicembre, ma non ci si attendono grosse novità e, anzi, "un esito negativo porterebbe con sé non solo la conferma dello sciopero proclamato, ma anche quella di ulteriori iniziative di protesta, collocate a ridosso delle festività natalizie". Contestualmente allo sciopero, i gestori hanno organizzato anche una manifestazione nazionale a Roma per il prossimo 12 dicembre.


Ecco le modalità dello sciopero, nel dettaglio:


Rete ordinaria: dalle ore 19 dell'11 dicembre alle ore 7 del 14 dicembre

Rete autostradale: dalle ore 22 dell'11 alle ore 22 del 13 dicembre

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.