Mercato auto 2012: novembre a -20.1%, mai così in basso dal 1977

E' sempre più complicata la situazione per il mercato automobilistico italiano, con il nuovo crollo del mese scorso. Vavassori: "E' minata seriamente la sopravvivenza della nostra filiera in Italia".

salonedilosangelesgetty.jpg


Un nuovo crollo e questa volta davvero pesante, dopo i timidi segnali di risveglio dello scorso ottobre. Il mercato italiano dell'auto ha perso il 20.1% di immatricolazioni nel mese di novembre, con appena 106.491 auto acquistate, per un totale di 1.314.868 nell'intero 2012. E' stato perso oltre il 40% del volume dal 2007, tornando addirittura indietro di 35 anni: "Non c'era un dato così basso dal novembre 1977".

"Questi numeri ci spingono a confermare la previsione di chiusura d'anno a 1.400.000 unità, con un calo del 20% circa rispetto al 2011 - ha detto Roberto Vavassori, presidente di Anfia - e minano seriamente la sopravvivenza della nostra filiera in Italia. La responsabilità è del gap che ci separa sui principali fattori di competitività: costo dell'energia molto più elevato per le imprese italiane, fiscalità pesante e complessa, burocrazia lenta e inefficiente".


Ancora tutti negativi i marchi italiani, con il Gruppo Fiat a -16.54% e, addirittura, -83% per Lamborghini, ma anche per le case straniere non va molto meglio. Solo tre hanno un segno postivo: Kia (+9.74%), Land Rover (+18.57%) e Peugeot (+5.86%). Restano sempre Fiat Panda e Punto le due vetture più acquistate sia nel mese di novembre che dall'inizio del 2012, sul podio mensile c'è anche la nuova Ford Fiesta


(foto Getty Images)

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.