Sciopero benzinai 12-14 dicembre 2012: tre giorni senza carburante

Le organizzazioni di categoria hanno annunciato la chiusura degli impianti a metà dicembre con l'obiettivo del rinnovo degli accordi. Ma il Garante annuncia: "Garantire i servizi minimi".



Benzinai chiusi da mercoledì 12 a venerdì 14 dicembre. Questa la decisione presa dall'assemblea delle organizzazioni di categoria (Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio), con l'obiettivo di ottenere un calo di prezzi dei carburanti e accise e il rinnovo degli accordi con le Compagnie petrolifere. Il 12 dicembre, inoltre, è prevista una manifestazione nazionale a Roma con un presidio della Piazza di Montecitorio.

"Un atto che non può più essere rimandato, dopo tutte le promesse fatte e puntualmente disattese - ha detto Martino Landi, presidente Faib-Confesercenti - Abbiamo offerto la nostra massima disponibilità, cercando di trovare soluzioni condivise per i gravissimi problemi che affliggono la nostra categoria, ma non è servito. La mobilitazione rientrerà solo se Governo e Compagnie si decideranno finalmente ad accogliere le nostre richieste".


Il Garante sugli scioperi però annuncia: "Ricordo che l'astensione, se valutata regolare dall'Autorità, dovrà svolgersi nel più rigoroso rispetto della regolamentazione di settore, la quale prevede, tra i servizi minimi da garantire, un numero di stazioni di rifornimento non inferiore al cinquanta per cento di quelli aperti nei giorni festivi, sulla rete urbana ed extraurbana, e almeno una stazione ogni centochilometri, sulla rete autostradale".

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.