Mercato auto 2012: flessione più contenuta, -12.4% ad ottobre

Continua ad avere il segno meno il mercato italiano, anche nel mese di ottobre, anche se qualche lieve segnale di ripresa c'è stato. In negativo i marchi italiani, boom per Kia: +80%.

saloneautogetty.jpg


La discesa continua, anche se la flessione è più contenuta rispetto ai mesi scorsi (la più bassa di tutto questo disastroso 2012): il mercato italiano dell'auto ha perso il 12.4% ad ottobre, per un totale di 116.875 immatricolazioni. Una perdita quasi dimezzata rispetto a settembre, ma comunque di rilievo, che porta il disavanzo complessivo di questo 2012 al 19.7%, rispetto ai primi dieci mesi dell'anno scorso. 

"Lo stato di allarme rimane forte soprattutto perché i volumi di produzione di autoveicoli nel nostro Paese sono al di sotto della soglia critica per la tenuta del tessuto industriale - ha dichiarato Roberto Vavassori, presidente di Anfia - Il rischio, sempre più concreto, è che le aziende più piccole e le multinazionali estere della componentistica si trovino costrette a chiudere gli impianti, con gravi ricadute occupazionali e una grossa perdita per l'intera economia nazionale".


Tutte in negativo i marchi nazionali, anche se Alfa Romeo perde solamente il -0,18%, sono pochi i segni positivi per le case internazionali: spicca il +80,96% di Kia, sorridono anche Dacia, Land Rover, Peugeot e Toyota. Le due vetture più vendute del mese di ottobre restano sempre Fiat Panda e Fiat Punto, mentre il terzo gradino del podio è stato conquistato da Ford Fiesta, a discapito della 500. 


(foto Getty Images)

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.