Volkswagen Santana, debutta la seconda generazione

La best seller del mercato cinese si rinnova, dopo uno sviluppo completo, partendo da zero. Grande spazio interno, tre allestimenti e due motorizzazioni disponibili, verrà prodotta a Shanghai.

VolkswagenSantana.jpg


Dopo aver venduto quattro milioni di unità in 29 anni, si rinnova la Volkswagen Santana. La berlina della casa tedesca è la 'best seller' in Cina ed ora arriva la seconda generazione, che verrà prodotta proprio nel paese asiatico, precisamente nella fabbrica di Shanghai. Con una dotazione ricca, ovviamente a seconda dell'allestimento, questa vettura verrà proposta con due motorizzazioni, entrambe benzina. 

Sviluppata completamente da zero, la nuova Santana si distingue per una grande disponibilità di spazio interno, in particolare sui posti posteriori, favorita da un passo di 2.603 mm. Altrettanto ampio è il bagagliaio, che ha una capacità di 480 litri. Tre allestimenti disponibili (Trendline, Comfortline e Highline) con ABS, ESC, airbag frontali, laterali e per la testa, climatizzatore automatico, tetto apribile elettricamente, cerchi in lega, sensori di parcheggio e rivestimenti in pelle.


Come detto, sono due i motori: entrambi quattro cilindri benzina aspirati, della nuova famiglia EA 211, realizzati interamente in alluminio, con quattro valvole per cilindro e il collettore di scarico integrato nella testa cilindri. La versione 1.4 ha 90 cavalli e un consumo nel ciclo combinato di 5,9 l/100 km; la 1.6 110 CV, invece, consuma 6,0 l/100 km. Rispetto alle precedenti Santana, consumi ed emissioni di CO2 sono stati migliorati fino al 28%.


Guarda la fotogallery della Volkswagen Santana Guarda la fotogallery della Volkswagen Santana Guarda la fotogallery della Volkswagen Santana Guarda la fotogallery della Volkswagen Santana

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.