Auto e Moto d'Epoca 2012, chiusa un'edizione da record

La manifestazione di Padova ha raccolto un numero elevato di spettatori, nonostante le avverse condizioni atmosferiche. Tante vetture del passato: dall'Acma Vespa 400 alla Fiat 1900 Granluce e molte altre.

Steyr 500 DL .jpg


Un weekend caratterizzato dal maltempo non ha frenato gli appassionati di due e quattro ruote. E' stata un'edizione da record, quella conclusa ieri a Padova, di Auto e Moto d'Epoca 2012, la fiera delle auto (e moto) del passato. Durante le quattro giornate di apertura al pubblico (da giovedì a domenica), è stato largamente superato il numero di visitatori dell'anno scorso (65.000), per una crescita esponenziale di ogni anno.

"Anche quest'anno gli appassionati ci hanno stupito - ha dichiarato Mario Baccaglini, il patron della manifestazione - con un record dietro l'altro. Evidentemente l'auto d'epoca è più forte di qualsiasi crisi e la passione vince su ogni problema. Siamo molto contenti perché l'auto d'epoca è uno strumento di emozione e questo ci permette di superare qualsiasi difficoltà".


Tanti gli eventi di Auto e Moto d'Epoca, tra cui il concorso "Povere ma belle", con in gara auto tutte dal valore inferiore a 12.000 euro. L'Acma Vespa 400 del 1958 ha vinto la categoria piccole berline, mentre tra le coupé è stata premiata una Fiat 1900 Granluce del 1953. Domenica è stato il turno di spider e grandi berline: tra le vetture open air il primo posto è andato alla Lancia Appia Convertible del 1961, mentre la seconda categoria ha visto il successo della Fiat 1200 Granluce del 1959. 


Guarda la fotogallery di Auto e Moto d'Epoca 2012 Guarda la fotogallery di Auto e Moto d'Epoca 2012 Guarda la fotogallery di Auto e Moto d'Epoca 2012 Guarda la fotogallery di Auto e Moto d'Epoca 2012 Guarda la fotogallery di Auto e Moto d'Epoca 2012 Guarda la fotogallery di Auto e Moto d'Epoca 2012 Guarda la fotogallery di Auto e Moto d'Epoca 2012 Guarda la fotogallery di Auto e Moto d'Epoca 2012

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.