Euro 5: il pianto degli isterici

060420_F_punto_engine_800.jpg

Dal primo settembre 2009, per le auto entrerà in vigore lo standard Euro 5: c’è un taglio del 20% delle emissioni di NOx per i motori diesel e del 25% per quelli a benzina. Inoltre i motori diesel dovranno abbattere dell'80% l'emissione di polveri sottili, il che renderà obbligatorio l'applicazione di filtri. Dal 2014 entrerà in vigore lo standard Euro 6: abbattimento delle emissioni di ossidi di azoto del 68% rispetto all'Euro 5.

Ma allora se io compro un’auto Euro 4, ho in mano una vecchia macchina? Sì. Però questo ragionamento si applica a qualsiasi acquisto tecnologico che faccio: tv, computer, lettore dvd, moto e quant’altro. Più alta la tecnologia più rapido il processo di obsolescenza. Insomma, oggi tutto invecchia alla rapidità della luce.

Sicché non condivido chi si straccia le vesti per l’introduzione delle auto Euro 5 e 6: o ci si lamenta perché tutto (non soltanto le vetture) diventa anziano subito, oppure si accetta il progresso. Rapido quanto inesorabile.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.