Mercato auto 2012: la tendenza negativa continua, -25,7% a settembre

La crisi non si ferma e, con essa, la caduta del nostro mercato, con sole 109.178 immatricolazione nell'ultimo mese. Tutte negative le case automobilistiche, escluse Kia e Land Rover.



La spirale negativa del mercato automobilistico italiano non si ferma e registra l'ulteriore crollo nel mese di settembre: -25.7%, rispetto allo stesso mese del 2011. Sono solamente 109.178 le auto immatricolate negli ultimi 30 giorni, portando il totale del 2012 a 1.090.627 unità, con una perdita complessiva di ben il 20.5%. Un'ennesima botta, per una crisi che sembra infinita e senza vedere la luce in fondo al tunnel.

"Giocano ancora una volta a sfavore di una ripresa, o perlomeno di una stabilizzazione, del mercato sia il rialzo generalizzato dei prezzi di tutti i carburanti nel mese - ha detto Roberto Vavassori, presidente di Anfia - sia l'incertezza sulla futura disponibilità di spesa dei consumatori. Pur condividendo la speranza di una graduale uscita dalla recessione a partire dal 2013, ricordiamo alle istituzioni l'urgenza di intervenire sui problemi strutturali che bloccano la competitività in Italia".


Tutte in pesante ribasso le marche italiane con il -24.23% del Gruppo Fiat ed oltre il 50% di perdite per le marche più lussuose (Lamborghini, Ferrari e Maserati). Segno negativo anche per le case estere con le uniche eccezioni di Kia (+12.21%) e Land Rover (+35.11%). Il 'podio' delle vetture acquistate a settembre è completamente occupato da Fiat: la Panda è la più venduta (9.113 auto), seguita da Punto e 500.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.