F1 2012 mercato: Hamilton alla Mercedes, Perez alla McLaren

Doppio annuncio nel circus con la firma di un triennale per il pilota inglese e di un pluriennale per il messicano. Ora si attendono notizie da casa Ferrari: Massa è fiducioso di restare a Maranello.



Mentre l'attenzione degli appassionati di quattro ruote è incentrata sul Salone di Parigi, con tutte le ultime novità di serie, arrivano i botti dal mercato della Formula 1, con un doppio annuncio: Lewis Hamilton passa dalla McLaren alla Mercedes, con un accordo triennale, ed il suo posto nella scuderia di Woking viene preso dal giovane emergente Sergio Perez. L'arrivo del pilota inglese alla scuderia anglo/tedesca chiude l'avventura di Michael Schumacher.

"E' il tempo di raccogliere una nuova sfida - sono le prime parole del pilota inglese da uomo Mercedes - e sono davvero entusiasta di aprire un nuovo capitolo della mia carriera. Questo marchio è un patrimonio del mondo dei motori ed insieme saremo in grado di realizzare le nostre ambizioni comuni, cioè vincere il campionato piloti e costruttori". Hamilton farà coppia con Nico Rosberg nella stagione 2013.


Anche la McLaren non ha perso tempo ed ha subito annunciato l'accordo pluriennale con il messicano. "La McLaren è una delle scuderie che ha fatto la storia della Formula 1 - ha commentato Perez, che avrà al fianco Jenson Button - e sono entusiasta ed emozionato nel diventare un pilota di questa vettura. Sarà un salto importante per la mia carriera, ma sono pronto per farlo".


E la Ferrari? Ovviamente blindato Fernando Alonso, resta incertezza sul futuro di Felipe Massa. Il brasiliano è fiducioso: "Ho buone possibilità di rimanere alla Ferrari - ha detto a Sky Sport 24 - sono abbastanza fiducioso su questo. Credo che la decisione sarà presa in tempi brevi". Dunque, un vero e proprio venerdì di fuoco con i primi importanti annunci per la prossima stagione, mentre quella in corso è ancora tutta da decidere.

(foto Infophoto)

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.