Auto Union Type D 1939, è stata riacquistata da Audi

La vettura da corsa degli anni '30 è tornata in Germania, ricomprata dalla casa dei quattro anelli. Era scomparsa nella seconda guerra mondiale e portata in Unione Sovietica come bottino di guerra.

autouniontyped.jpg


Certe auto e certi marchi fanno la storia. E' il caso di Auto Union: realizzò alcune vetture da corsa degli anni '30, che dominarono nei circuiti d'Europa, quando la Formula 1 doveva ancora nascere. Poi scoppiò la seconda guerra mondiale, la casa si sciolse e le vetture furono portate nell'ex Unione Sovietica come bottino di guerra. Si persero le tracce delle automobili e furono date per disperse, dalla nuova Auto Union Gmbh (l'attuale Audi AG).

Alla fine degli anni '70 si diffusero le prime voci sulla possibile esistenza nei territori dell'ex Unione Sovietica di una Auto Union, da tempo creduta dispersa. Paul Karassik, un collezionista americano di esclusive vetture d'epoca, si mise alla ricerca di questo pezzo raro insieme a sua moglie Barbara. Dopo oltre dieci anni di ricerche, riuscì a ritrovare i resti di due auto distrutte e, successivamente, riuscì ad acquistarli.


Erano i tempi della Guerra Fredda e servirono anni per riuscire a riportare tutto in Florida. Nell'autunno del 1990 iniziarono il restauro delle vetture e, dopo un'attenta analisi dei componenti fu deciso di dotare una vettura da corsa Type D con un compressore semplice nella versione del 1938 e una vettura da corsa Type D nella versione del 1939 con un doppio compressore. La prima fu acquistata da Audi nel 1998, ora anche la seconda è tornata al costruttore tedesco.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.