Mini John Cooper Works, motori rinnovati da luglio

La gamma del marchio inglese rende i propulsori ancora più potenti per un maggiore piacere di guida. La Countryman arriverà a 225 km/h, per tutte le versioni disponibile anche il cambio automatico.

MiniJohnCooperWorks.jpg


Dopo aver annunciato la nascita della versione GP, in appena 2.000 esemplari, la Mini John Cooper Works si rinnova nelle motorizzazioni, a partire dal prossimo luglio. Un upgrade dedicato a tutta la gamma (hatchback, Cabrio, Clubman, Countryman e Coupé) e realizzato per rendere ancora più estremo e divertente il piacere di guida. Inoltre, sono stati abbassati i consumi di carburante ed è disponibile, per la prima volta, il cambio automatico a sei rapporti.

L'ultimogenita è la Countryman, che sarà anche l'unica dotata di serie della trazione integrale MINI ALL4. Il nuovo propulsore della cinque porte erogherà una potenza di 218 CV con una coppia massima di 280 Nm, tra i 1.900 ed i 5.600 giri/min. Le prestazioni sono di primissimo livello: accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 7 secondi, mentre la velocità massima si attesta sui 225 km/h con un consumo di 7.4 litri/100 km nel ciclo combinato.


Gli altri modelli del marchio inglese, invece, saranno equipaggiati con il motore da 211 cavalli di potenza e 260 Nm di coppia massima, con la possibilità di arrivare a 280 Nm con la funzione di overboost. Il nuovo propulsore viene combinato di serie con un cambio manuale a sei rapporti adattato alle caratteristiche prestazionali, come optional c'è la trasmissione automatica.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.