Mercato auto 2012: altro crollo, ad aprile -18%

Settimo mese negativo consecutivo con il segno meno per il nostro mercato a quattro ruote, con l'ennesima perdita in doppia cifra di questo momento durissimo. L'auto più venduta è sempre la Fiat Panda.



Altro giro, altro crollo. Purtroppo non si arresta la discesa del mercato dell'auto in Italia, che subisce un altro pesantissimo ribasso nel mese di aprile: dopo il terribile -26.7% di marzo, c'è il -18% dei 30 giorni appena trascorsi, per un totale di appena 129.663 immatricolazioni. Un risultato davvero preoccupante per totalizzare un -20.2% da inizio 2012: numeri da incubo, che rischiano di mandare sempre più in crisi i costruttori del nostro Paese.

"Pochi numeri sono sufficienti a confermare la gravità della situazione in cui versa il mercato dell'auto, accompagnato dal segno meno ormai da sette mesi consecutivi, di cui gli ultimi cinque hanno riportato preoccupanti cadute a due cifre - ha dichiarato Roberto Vavassori, presidente di ANFIA - Anche ad aprile, i livelli di immatricolazioni ci riportano indietro ai primi anni Ottanta. Carovita e disoccupazione ai massimi, del resto, non fanno che deprimere ulteriormente i consumi".


Nel grigiore generale, continua il ribasso dei marchi italiani (-12.29% nel complesso), con il -11.78% del Gruppo Fiat e, addirittura, il -85% di Maserati. Tutti negativi anche i costruttori esteri con le eccezioni di Kia (+66%) e Chevrolet (+44%). Le auto più vendute nel mese d'aprile sono sempre Fiat Panda e Fiat Punto, con il ritorno sul terzo gradino del podio della Lancia Ypsilon. La prima straniera è Citroen C3, quarta in generale.

(foto Infophoto)

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.