Mercato auto 2012: un marzo da incubo, -26.7% in Italia

Un altro mese pesantemente negativo per il mercato italiano dell'automobile, con poco più di 138.000 immatricolazioni. Nettamente con il segno meno Fiat, si salva solamente Jeep.



Una crisi inarrestabile e senza fine ed il mercato dell'auto crolla. I dati del mese di marzo 2012 sono terribili, addirittura -26.7% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, quando la situazione economica era già difficile. E non sarà finita qua: "Mancano i presupposti per una ripresa delle vendite nei prossimi mesi", è il grido d'allarme lanciato da Guido Rossignoli, il direttore generale di Anfia (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica).

Il numero complessivo di immatricolazioni è di appena 138.137 unità, mai si era andati così male dal lontano 1980. A pagare le conseguenze di questo momento drammatico è soprattutto la Fiat: la principale casa italiana, pur restando in vetta al nostro mercato, ha perso addirittura il 35.6% di immatricolazioni. Negativo il rendimento anche di tutte gli altri marchi, da segnalare il -33.5% di Bmw e il -85.6% di Honda, con l'esclusione di Jeep (+ 33.67%).


In testa alla classifica delle auto più vendute nel mese si confermano Fiat Panda (10.287 unità) e Fiat Punto (7.117), con Ford Fiesta (5.071) sul terzo gradino del podio. Quinta posizione per Lancia Ypsilon, mentre al nono posto troviamo Fiat 500 (3.105). Nella top ten diesel di marzo, Fiat Punto risale al secondo posto (2.719 unità), con Volkswagen Golf (3.522) al comando tra le auto più vendute. 

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.