Salone di Detroit 2012: oltre 40 anteprime internazionali

Da Bmw a Mercedes, da Porsche a Ford, da Toyota a Volvo: il Motor Show americano torna a respirare l'atmosfera dei grandi eventi, dopo qualche anno un po' in sordina. Domani l'apertura, con le prime giornate per la stampa.

salonedetroit2012.jpg


Dopo due anni molto difficili, con l'industria automobilistica americana in grave difficoltà, si ritorna a respirare un po' di ottimismo per il Salone di Detroit 2012. Il principale Motor Show degli Stati Uniti si aprirà domani con la prima delle due giornate dedicate alla stampa, per poi rimanere aperto al pubblico dal 14 al 22 gennaio. Tante le novità previste per questo importante appuntamento con oltre 40 anteprime mondiali, molte delle quali in arrivo anche in Europa.

Le principali case automobilistiche sono tornate in America ed esporranno alcune attese vetture di questo 2012: tra i grandi colossi troviamo le tedesche Bmw e Mercedes. La prima esporrà l'attesa Serie 6 Gran Coupé, anticipata dalle informazioni e le foto dei mesi scorsi, e l'ActiveHybrid 5. Sempre restando in tema di ibride, invece, il marchio di Stoccarda proporrà le due nuove Classe E con consumi ed emissioni ridotte.

Passando ai marchi americani, invece, Ford presenterà la nuova Fusion, che sarà la gemella americana dell'europea Mondeo, probabilmente in anteprima a Ginevra. La Chrysler porterà la Dodge Dart, berlina nata sulla piattaforma dell'Alfa Romeo Giulietta. Parlando di Italia, l'unico costruttore a portare delle novità sarà Maserati con la concept car Kubang, in mostra per la prima volta in America.

C'è grande attesa anche per vedere la Mini Roadster e la Cadillac ATS, mentre sarà presente anche Porsche con l'anteprima della nuovissima 911 Cabriolet. Non mancheranno gli stand di Toyota (con il Land Cruiser 2012 e la NS4 Concept) e Volvo (XC60 Plug-In Hybrid). Insomma, tante novità da non perdere per tutti gli appassionati delle quattro ruote.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.