Solo 20.300 euro l'Alfa Romeo Giulietta: prezzo straordinariamente basso

100224_AR_Giulietta_02di.jpg

Già senza conoscere il prezzo, l'Alfa Romeo Giulietta, regina del Salone di Ginevra 2010, mi piaceva. Adesso che ho in mano i listini, è amore vero.

Cinque motorizzazioni, tre allestimenti da 20.300 euro. Prezzo di partenza eccezionalmente basso. Penso che la Giulietta possa dare la spinta decisiva al Biscione verso l'alto, dopo un 2009 non eccezionale.

Non è un prezzo in linea con la concorrenza. Temevo invece il peggio quando in Rete s'era diffusa l'indiscrezione che il prezzo di partenza fosse 23.000 euro...

Il 

ragionamento è facile: è più sexy della concorrenza, quindi il suo prezzo è più basso.

La "Giulietta", infatti, porta al debutto un'architettura, denominata "compact" completamente nuova progettata per soddisfare le aspettative dei clienti più esigenti in termini di tenuta di strada, agilità e sicurezza. Garantisce sia eccezionali performance dinamiche sia un elevato comfort, grazie alle raffinate soluzioni tecniche scelte per le sospensioni, a un sistema sterzante di nuova generazione, alla struttura rigida e leggera realizzata utilizzando materiali come l'alluminio e gli acciai alto resistenziali e tecnologie produttive all'avanguardia.  
Questa nuova architettura permetterà alla Giulietta di soddisfare le esigenze di tutti i clienti di questa categoria, permettendo di coniugare il comfort a bordo e la fruibilità degli interni e del bagagliaio con le doti dinamiche proprie di ogni Alfa Romeo.

Il piacere di guida e il comfort possono essere adattati alle esigenze di ogni cliente grazie al selettore Alfa DNA, il dispositivo che personalizza il comportamento della vettura in base ai differenti stili di guida o alle diverse condizioni stradali. La nuova architettura dell'Alfa Giulietta è infatti progettata per integrare ed esaltare al massimo i diversi sistemi del veicolo enfatizzando così le tre funzioni di set-up (Dynamic, Normal e All Weather) rese disponibili dal selettore Alfa DNA.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.