Nuova VW Cross Golf: un po' Mpv, un po' Suv

Small_DB2010AU00211_large.jpg

Cominciamo da Mpv. Significa Multi-purpose Vehicle, ossia veicolo adatto a diversi tipi di utilizzo.incrocio tra una monovolume e una station wagon. Ma la nuova VW Cross Golf e una Mpv? Anche. E pure Suv. Grande!

La seconda generazione della Cross Golf si differenzia chiaramente dal modello precedente per i tratti tipici del nuovo design Volkswagen. Questo stile si riflette in modo particolare nell'accento posto allo sviluppo orizzontale della calandra e del paraurti anteriore. Questo andamento delle linee si abbina perfettamente ai tratti tipici che caratterizzano la nuova Cross.

Rispetto alla prima generazione della Cross Golf, la robusta carrozzeria di questa agile off-road è stata elegantemente ridisegnata per esprimere al meglio lo stile di design del nuovo DNA Volkswagen. Analogamente alla nuova Cross Polo, il design del frontale è stato fortemente rielaborato. Gli elementi di rivestimento color antracite nella parte superiore del paraurti anteriore seguono i principi stilistici dello sviluppo orizzontale. Ai lati trovano posto i fari fendinebbia di serie. In basso il frontale è protetto da una barra trasversale tinta argento, che riprende stilisticamente la protezione sottoscocca  

Gli acquirenti della Cross Golf potranno beneficiare di motori di nuova generazione, appositamente studiati per consumare meno. Vengono offerti principalmente solo propulsori sovralimentati e con iniezione diretta a benzina (TSI) e Diesel (TDI common rail). Grazie alle innumerevoli tecnologie 

BlueMotion, come il sistema start/stop e il sistema di recupero dell'energia cinetica, emissioni e consumi diminuiscono. E non è un caso che non ne risenta la dinamica di guida. Al contrario. L'esempio più evidente è dato dalla Cross Golf 1.4 TSI 160 CV: con i suoi 240 Nm (disponibili a partire da 1.500 giri) questo motore benzina con doppia sovralimentazione permette di raggiungere la velocità massima di 207 km/h e, con cambio manuale a 6 marce, i consumi nel ciclo combinato si attestano ad appena 6,8 litri/100 km e le emissioni di CO2 a 159 g/km.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.