Honda CR-V ancora più desiderabile

CR-V%202010%20FRONT.jpg

Datemi un motore Honda e sarà l'automobilista più felice del mondo. Perché un propulsore Honda non si spacca neppure se gli spari dentro. Io ho guidato l'attuale CR-V per decine di migliaia di chilometri senza problemi. A cofano chiuso. Goduria. Stressandolo non poco, il CR-V. Per questo, aspetto con ansia quello nuovo.

Avrà (da fine febbraio) diversi aggiornamenti tra cui spicca il nuovo motore diesel i-DTEC da 150 CV abbinato al cambio automatico. Occhio al cambio automatico ora disponibile anche con la motorizzazione a gasolio. Nuova elegante linea esterna con nuovo frontale, nuovi paraurti, e nuovi cerchi in lega su tutte le versioni. Modifiche delle sospensioni con maggiore riduzione di rumore, vibrazioni e ruvidezza di marcia (NVH);

Nel motore i-DTEC la potenza aumenta di 10 CV passando a 150 CV,

mentre la coppia aumenta di 10 Nm passando a 350 Nm, il tutto con una riduzione complessiva delle emissioni di CO2. Il propulsore i-DTEC ha significativamente ridotto i livelli di NOx e le emissioni di particolato, mentre le emissioni di CO2 sono di 171 g/km (cambio manuale) e di 195 g/km (cambio automatico).

CR-V 2010 sarà disponibile anche con un parsimonioso motore a benzina da 2.0 litri i-VTEC anch’esso conforme alle severe norme antinquinamento Euro 5, disponibile con cambio manuale a 6 rapporti o automatico a 5 rapporti.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.