Mercato: dove vai, se l'incentivo non ce l'hai?

345450467_220232dba7.jpg

A gennaio 2009, il mercato italiano perde il 32,7% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. È la legittima reazione dei consumatori italiani: aspetto l'incentivo dello Stato; se arriva, allora compro l'auto, altrimenti attendo tempi migliori o rifaccio i conti.

Siamo a 157.418 immatricolazioni comunicate dal ministero dei Trasporti e dall'Unrae (rappresenta i Costruttori esteri): fin troppe.

E gli ordini? Sui 140.000. Pochini.

Restiamo in attesa di bouns statali, che riguardino anche le auto

Euro 2 con più di 10 anni di vita. Altrimenti, la vedo grigia. Con conseguenze drammatiche per i lavoratori delle Case e dell'indotto.

Inoltre, sarà necessario che banche e finanziarie allarghino le maglie del credito. Sono in pochi ad avere i quattrini per comprare le auto. Occorrono finanziamenti.

[foto via flickr.com/photos/swanksalot]

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.