ObAma illudere il mondo

2107311603_6ab2f394cc.jpg

È il nuovo che galoppa trionfante verso lidi puliti, dove non c'è petrolio, ma soltanto un mondo dorato e pieno di auto che non inquinano. È il pianeta sognato da Obama.

Ha detto: "È tempo per l'America di condurre la lotta ai cambiamenti climatici. È necessario avere il coraggio di apportare i cambiamenti necessari, in modo che sia la politica stessa degli Stati Uniti a ridurre la dipendenza del Paese dal petrolio prodotto all'estero. L'America non sarà ostaggio della diminuzione delle risorse energetiche, dei regimi ostili e del riscaldamento del pianeta".

E sulle Case: "Voglio essere assolutamente chiaro: il nostro obiettivo non è di porre nuovi ostacoli a un'industria già in pesanti difficoltà; è di aiutare i Costruttori americani a prepararsi per il futuro".

Ricapitolando. Ci sono Case in difficoltà, perché non riescono a saltare l'ostacolo. E Obama che fa? Alza l'asticella. Diabolico. That's the answer, Barack!

Dunque, prevedo le Big Three, che finora

hanno soltanto sfornato macchinoni giganteschi per fare il Coast to Coast, buttarsi a capofitto per vendere veicolini tipo la 500, la 600, la Nano ultraecologica. Così si inquina e consuma meno. Chi guida: Cappuccetto Rosso o Ezechiele Lupo?

[foto via flickr.com/photos/hugo90]

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.