La guerra degl'incentivi

calderoli%2B%201.png

Se arrivano gli incentivi per comprare un'auto nuova (rottamandone una vecchia), la Lega s'incavola. Questo il succo della faccenda.

In sostanza, i Padani non vogliono che lo Stato paghi lo sconto sull'auto nuova. Le Case se la devono sbrigare da sé. È una teoria che si trova anche in Rete: vedi Destra INconcludente.

"Ci sarebbe la rivolta del popolo se ancora una volta si dovessero dare degli aiuti alla Fiat", addirittura il ministro della Semplificazione legislativa, Roberto Calderoli, a "In 1/2 h" su Raitre, così si esprime.

Punto due: "La Fiat l'abbiamo pagata già tante volte per dover reintervenire e non si possono condividere i debiti e tenersi gli utili".

Io non concordo col ministro. L'auto sta morendo. Significa
che il posto di lavoro di migliaia di persone traballa. Anche la Fiat, che comunque così male non va, dovrebbe essere aiutata. In più, c'è da considerare tutto l'indotto. Ossia le aziende - di qualunque dimensione - che danno componenti alla Fiat.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.