Renault New Mégane: se t'interessa la sicurezza

thumb__mediaplayerpreview.jpg

Visto il risultatone che ha ottenuto ai crash test, insisto con la New Mégane. Fattore importante di mortalità in ambiente urbano (1/3 degli incidenti), l'urto laterale ha beneficiato di soluzioni specifiche che hanno consentito di ottenere un risultato ottimale. I doppi sensori di urto laterale, inaugurati su New Laguna, consentono di dimezzare il tempo di innesco degli airbag laterali. Abbinata a una nuova generazione di airbag a tendina, più voluminosi, questa innovazione consente di migliorare del 30% la protezione della testa dei passeggeri.

Occhio anche ai nuovi poggiatesta di Mégane, le cui aste di mantenimento scorrono all'interno del poggiatesta invece che nella parte superiore dello schienale, garantiscono una protezione ravvicinata delle cervicali in caso di urto posteriore. Con la scomparsa di tale elemento rigido nello schienale, il sedile, sagomato e privo di armatura, consente alla schiena del passeggero di rientrare profondamente (60 mm) in caso di urto riducendo, in tal modo, il movimento testa/torace.

Il frontale di

New Mégane Berlina ha beneficiato, a sua volta, di nuove soluzioni tecniche, volte a migliorare la protezione dei pedoni in caso di urto. I progressi riguardano il paraurti, di cui sono stati modificati spessore e rigidità, nella prospettiva di proteggere gli arti inferiori (assorbitore a livello delle tibie e delle ginocchia), il cofano e i componenti correlati (parafanghi, articolazione del cofano, disegno del rivestimento interno del cofano).

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.