Chevrolet Captiva: voglio news sul Gpl da voi

captiva%202.png

Nata nel 2006, ho provato diverse Chevrolet Captiva. Anzitutto, di lei mi piacciono le proporzioni. La trovo armoniosa da ogni angolazione, nonostante sia lunga 464 centimetri: un bel pescecane da rendere elegante... Dentro ci stai comodissimo: il guidatore è un pascià. L'ho guidata su ogni percorso con enorme soddisfazione. Tra l'altro, ti perdona spesso e volentieri, grazie al controllo elettronico di stabilità di serie.

La Chevrolet Captiva 2.4 16V LS 5 posti, ossia la base, va già più che bene come dotazione e ha un prezzo d'attacco formidabile: 25.950 euro. Se la vuoi anora più risparmiosa, c'è il 2.0 VCDi 16 V 2WD 7 posti a 28.200 euro: consuma meno. Per strafare, punta al 3.2 V6 Sport 7 posti: 39.400 euro di scatto.

Però mi manca all'appello la 2.4 a Gpl da 28.150 euro. Non è neppure

una questione di prova di poche centinaia di chilometri. Io un'auto a gas la valuto correttamente soltanto dopo che le ho fatto divorare almeno 10.000 km. Qui mi ci vorrebbe l'aiuto di un possessore di una Captiva a Gpl (va anche a benzina) che abbia macinato chilometri a bizzeffe. Il gas funziona sempre in modo soddisfacente? Salite e pendii di varia natura sono un problema?

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.