Accordo Fiat-Bmw: ho mille dubbi, dal pianale ai motori. Chi mi aiuta?

alfamito2222.jpg

La vicenda dell'accordo Fiat-Bmw è stata strombazzata a tutto spiano dai mass media. Per la miseria, pare quasi che si siano fuse, dando vita a un unico gruppo. Forse sono io che non ci ho capito nulla. Allora, tento di risolvere la questione aprendo una specie di wiki in proposito: se qualcuno ne sa di più, è pregato di scrivermi nei commenti.

1) Fra le due Case c'è soltanto una lettera d'intenti.

2) Riguarda i marchi Mini (per Bmw) e Alfa Romeo (per Fiat).

3) I due Produttori han detto che stanno esaminando le possibilità di un "utilizzo congiunto di componenti e sistemi sui veicoli Alfa e Mini". Dopodiché - è presumibile - arriverà il contratto vero e proprio.

E adesso, la vostra opinione, please.

a) Siete di quelli che dicono: sbagliato fare un accordo con la Bmw, nemica storica dell'Alfa?

b) È un bene che la Fiat estenda il network di alleanze, come spiegavo ieri?

c) L'accordo con General Motors di qualche anno fa è stato un flop. Anzi, GM ci ha inizialmente guadagnato con i diesel Fiat per le Opel. Dopodiché c'è stata la sostanziosa buonuscita del colosso Usa. Esiste il rischio che anche con Bmw qualcosa vada storto?

d) Se la Fiat fornisce il pianale della Grande Punto alla Bmw si tira la zappa sui piedi?

e) Ma è così importante per l'Alfa avere
Bmw come trampolino di lancio in Usa?

f) Prima l'Alfa sforna la MiTo (in foto), concorrente della Mini, e poi si allea con la stessa Bmw (che fa la Mini): è un controsenso?

g) I puristi Bmw potrebbero "offendersi" per via dell'alleanza con Fiat e volgere le vele verso l'Audi?

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.