Consiglio la nuova Ford Focus ST: arancione d'amore

ford-focus-st-a.jpg 

Quel colore la caratterizza, quasi quanto fanno il rosso con la Ferrari e l'argento con le Mercedes: è un arancione che le dona davvero. Lei è la nuova Ford Focus ST, di cui avevo già parlato qui. Ci torno su con informazioni ulteriori.

Anzitutto il prezzo è ottimo rispetto a quanto offre: a 3 o a 5 porte costa (Ipt esclusa) rispettivamente 26.050 e 26.800 euro.

La nuova Focus ST è stata sviluppata dal Ford Team RS, il dipartimento che si occupa dei veicoli ad alte prestazioni: ha guidato con attenzione l'evoluzione della macchina dotandola di una vasta serie di nuove tecnologie e caratteristiche.

Grazie a un propulsore 5 cilindri Duratec turbocompresso da 2.5 litri con 225 CV, la ST si conferma come la più potente Focus mai realizzata. Dotata di un eccellente cambio manuale a 6 rapporti e in grado di sviluppare una velocità massima superiore a 240 km/h, ha bisogno di appena 6,8 secondi per arrivare da 0 a 100 km/ora.

Continuando ad attingere dall'esperienze nelle arene di gara, la ST rappresenta l'anello di congiunzione tra la tecnica della precedente, che ha vinto anche il campionato WRC, e il design dell'attuale.

Occhio al nuovo rigido sottotelaio anteriore che assicura tutta la robustezza desiderata sui punti di ancoraggio ed è ottimamente complementato dalla sospensione posteriore "Control Blade" per una perfetta distribuzione dell'azione ammortizzante.

I progettisti hanno introdotto una barra antirollio posteriore migliorata con speciali doppi snodi a bassa frizione. Tutto ciò rende più efficiente la gestione della curva, con ampi vantaggi in termini di comfort, sicurezza in manovra e tenuta di strada.

Le molle anteriori più rigide, la nuova calibrazione degli ammortizzatori rispetto agli altri modelli Focus della gamma e l'incremento di diametro della barra antirollio sono solo alcune delle misure adottate per esaltare l'aderenza della nuova Focus ST e la sua tenuta di strada, assicurando nel contempo una guida estremamente confortevole.

C'è un nuovo paraurti anteriore e a una griglia rovesciata trapezoidale inferiore di dimensioni più grandi e affiancata da splendidi fendinebbia.

La vista laterale rivela infatti una nervatura estesa che pone maggiore enfasi sullo chassis ribassato e sulle arcate della ruota adesso più marcate. Le splendide ruote in lega a cinque razze con cerchi da 18x8'' e l'uso di pneumatici 225/40 a basso profilo ne esaltano la dinamicità. Sebbene simili a quelle della Focus ST originale, le ruote sono state aggiornate e ridisegnate per il nuovo modello.

ford-focus-st-b.jpg

Al posteriore, la Focus ST presenta il nuovo paraurti che mette in risalto il diffusore del sottoscocca e lascia spazio ai doppi terminali cromati dell'impianto di scarico. L'immancabile spoiler superiore è il perfetto complemento per le capacità sportive della compatta.

La Focus ST è disponibile in sette colorazioni metallizzate e no, di cui la Electric Orange, Electric White - una nuova tonalità per la ST di seconda generazione - e Performance Blue sono esclusive per la versione ad alte prestazioni. Ma tu sceglila arancione: è proprio la sua tinta.

Oltre alle minigonne laterali e agli spoiler, anche le maniglie esterne e i retrovisori sono rifiniti in tinta con la carrozzeria.

Il modello Focus ST 2008 conferma il cinque cilindri Duratec turbocompresso da 2,5 litri che rimane garanzia di prestazioni sontuose e di un suono meraviglioso.

In grado di erogare 225 CV (166 kW) a 6.100 giri/min e con una coppia massima di 320 Nm disponibile lungo tutta la fascia dai 1.600 ai 4.000 giri, questo propulsore soddisfa le più elevate aspettative garantendo alla Focus ST un eccellente livello di prestazioni, guida e maneggevolezza.

Questo motore, con tecnologia Ford Ti-VCT (doppio albero a camme in testa a fasatura variabile), è stato messo a punto appositamente per la Focus ST. La massa del volano è stata ridotta, la connessione acceleratore-farfalla è stata resa più diretta, e sono stati adottati nuovi iniettori e modalità di accensione che hanno esercitato un ruolo centrale nel programma di rielaborazione del motore.

Una curiosità. Una volta all'interno dell'auto e

con il telecomando indosso alla persona, è possibile mettere in moto l'auto. Per avviare il motore è sufficiente spingere il pedale della frizione e premere il tasto per la messa in moto: il motore si avvierà con un tempo best in class inferiore ai 500 millisecondi. La Focus ST comunica in modalità wireless grazie a un microchip posizionato nel telecomando che attiva il sistema di accensione. Con un'ulteriore pressione sul tasto il motore e l'accensione vengono spenti, e uno specifico dispositivo impedisce che possano riavviarsi quando l'auto è in movimento. Premendo soltanto il tasto è possibile avviare i sistemi di intrattenimento anche senza avviare il motore.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.