Audi Q5, Esp straordinario

q5_aa.jpg

Insisto: l'Esp, controllo di stabilità elettronico, andrebbe installato di serie su tutte le macchine, per legge. L'Audi Q5 ne ha uno eccezionale. L'Esp della Q5 infatti dialoga con il corpo vettura, viene informato se vengono installati carichi sopra il tetto che determinano un innalzamento del baricentro del veicolo, con conseguente modifica delle condizioni dinamiche della Q5. Infine possiede un settaggio particolare per la guida in fuoristrada.

q5_bb.jpg


Di serie, l'Audi Q5 ha il sistema di trazione integrale Quattro con tre differenziali (di cui il centrale del tipo Torsen). È lunga 4,63 metri, larga 1,88 e alta 1,65. Quest'ultimo dato mi stupisce: trattasi di macchina davvero bassa. Un mini Suv nel vero senso della parola. La trovo compatta, con un pizzico di coupé. Eppure è confortevole, grazie al passo (distanza fra ruote davanti e dietro) di 2,81 metri.

q5_dd.jpg 

Occhio, perché se vuole si trasforma: può affrontare pendenze fino a 31°, angoli d'attacco anteriori fino a 25°, nuotare fino a 50 cm grazie al corpo vettura rialzato.

q5_cc.jpg

Gradevoli - in base alle foto - gli interni, anche se secondo me non rappresentano il punto forte della macchina in questione.

Fra i motori, segnalo il 2.0 TFSI 4 cilindri in

linea con iniezione diretta e turbocompressore a geometria variabile, 211 CV, da 0 a 100 km/h in 7,2 secondi e 222 km/h di punta, 8,5 litri di benzina ogni 100 chilometri. Ma ha anche i diesel: 2.0 TDI Common-Rail da 170 CV, 6,7 litri di gasolio ogni 100 km; 3.0 TDI con il 6 cilindri a V da 240 CV, da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi, 7,7 litri per 100 km/h.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.