Nuova Ford Fiesta, sei sfiziosa, ma ora nel tuo segmento c’è traffico

ford-fiesta-111.jpg

 

La prima Fiesta nasce nel 1976: da lì in poi la Ford sforna nuove Fiesta che han sempre successo (12 milioni di unità vendute!). Adesso è arrivata quella che vedete in foto. Che cosa è cambiato nei decenni? Anzitutto, il traffico nel segmento B, ossia la concorrenza: coreani, giapponesi, italiani, la corsa per accaparrarsi il cliente è sfrenata.

ford-fiesta-2222.jpg

Anche in questo senso mi spiego quei colori particolarissimi in foto: li trovo sfiziosi, come tutta la vettura.

L'ho vista al Salone di Ginevra è m'ha fatto un'ottima impressione. Anche la nuova Fiesta incorpora le caratteristiche del "kinetic design" così come la recente Kuga, Mondeo e Focus: la linea che fa sembrare l'auto in movimento. Certo, non è accattivante come la Kuga o la stessa Focus, ma fa una certa scena, per essere del segmento B. Trovo inoltre che possa piacere molto anche al pubblico femminile: il muso della Fiesta ti parla un po', gli occhi ti osservano.

Il cofano e i parafanghi anteriori dal profilo aggressivo conferiscono un look vigoroso e il frontale ha una griglia inferiore a forma di trapezio rovesciato che attira l'attenzione.

Audaci i fari anteriori, che si fondono con una forma squadrata allungandosi aggressivamente all'indietro quasi quanto gli eleganti montanti anteriori inclinati. I gruppi dei fari anteriori incorporano tutte le funzioni segnaletiche e di illuminazione frontale e sono integrati sulle fiancate dei paraurti inferiori, da fendinebbia circolari, incorniciati da anelli cromati.

L'ampio tetto si estende dal montante anteriore spostato in avanti fino alla sponda posteriore, incorniciando la grafica dei vetri laterali per creare l'aspetto sportivo di una coupé in entrambi i modelli, a tre e a cinque porte.

Tra le innovazioni tecnologiche spiccano la Key Free, il pulsante di accensione "Ford Power", il bocchettone di rifornimento Ford Easyfuel privo di tappo, la connettività USB e l'illuminazione dell'ambiente interno.

ford-fiesta-333.jpg

Interessante il sistema HMI (Human Machine Interface), che segue i contorni del cruscotto centrale per strutturare un display ad ampio schermo e un pannello di controllo con tasti chiave per audio, telefono in auto e regolazioni del veicolo.

Cinque motori. Una novità per il mercato europeo è il Duratec 1.6 - 16v da 115 CV a fasatura variabile, preceduto dal Duratec da 1.2 (80 CV) e 1.4 (91 CV).

I turbodiesel common-rail Duratorq TDCi, sono

invece rappresentati dal 1.4 (68 CV) e dal 1.6 (90 CV disponibile con DPF), sviluppati con una tecnologia dell'iniezione rivista.

La Fiesta è offerta con trasmissione manuale Ford Durashift a 5 marce, o con cambio automatico Durashift a 4 marce disponibile sul motore Duratec 1.4 litri (91 CV).

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.