Le magiche ruote della Renault Laguna GT

ruote%201.jpg

Si chiama telaio a quattro ruote sterzanti. E caratterizza la nuova Renault Laguna GT, che ha motori 2.0 turbo, diesel oppure benzina, e si venderà fra qualche mese.

Premesso che non trattasi di una novità assoluta nella storia dell'auto, il sistema delle ruote che girano funziona nel modo seguente.

1) Fino a 60 km/h, le ruote posteriori sterzano in direzione opposta fino a raggiungere un angolo massimo di 3,5°. Due i vantaggi.

a) Riduzione del diametro di sterzata: con i cerchi da 18", passa da 12,05 metri a 10,80. Risultato: manovre più facili negli spazi stretti.

b) Fai le curve ruotando meno il volante: insomma, le tue mani sulla corona ballano meno la mazurka di quanto avviene normalmente sulle vetture.

2)
Oltre i 60 km/h, le ruote posteriori cambiano rotta e seguono le inclinazioni di quelle anteriori, non superando in genere i 2°. Così c'è più stabilità.

Gestisce tutto la centralina 

elettronica: il sistema 4WS lavora a braccetto con l'ESP (controllo di stabilità) e l'ABS (antislittamento). Obiettivi: più sicurezza e più comfort di guida.

A decretarne l'eventuale successo saranno tre fattori, che vi elenco in ordine di importanza:

1) il successo d'immagine;

2) il prezzo;

3) la capacità del guidatore medio di apprezzare quella tecnologia.

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.