La 500 Abarth? Operazione non facile

080219_AB_500_01_800.jpg

500%20abarth%201.png

500%20abarth%205.png

 

La Abarth andava forte decenni fa. Sicché non è facile ripetere il successo e soprattutto attrarre i giovani, che all'epoca neppure erano nati. Comunque, ho visto la 500 Abarth a Ginevra. Ecco le mie impressioni.

1) È pervasa dello spirito delle leggendarie 500 Abarth degli anni Sessanta. È piccola ma cattiva. Addirittura, si presenterà con un allestimento sportivo - 500 Abarth SS Assetto Corsa - dedicato ai clienti che si vorranno cimentare nelle competizioni in circuito.

2) È equipaggiata con un motore Fire 1.4 16v benzina

turbo che eroga una potenza massima di 135 CV (99 kW) a 5.500 rpm e una coppia massima di 206 Nm a 3.000 rpm in modalità "Sport" (invece, in modalità "Normal", la coppia si attesta a 180 Nm a 2.500 rpm). Secondo la Casa, è brillante e progressivo: io mi fido. Di sicuro, rispetta le future normative Euro 5. Come scelta mi pare ok: né eccessivo né troppo poco.

2) Attenti alla linea: è molto filante. C'è l'estensione del padiglione attraverso un importante spoiler alare, con uno "scivolo" che raccorda il fondo scocca con l'uscita ottimale dei flussi d'aria, interessando una buona porzione del paraurti posteriore.

3) Spoiler e scivolo contribuiscono alla diminuzione della resistenza all'avanzamento e a una maggiore aderenza al suolo ad alta velocità. 

  • shares
  • Mail

I commenti sono momentaneamente disabilitati. Saranno nuovamente abilitati nei prossimi giorni.
Ci scusiamo con i nostri lettori.